PNS – Programma di nutrizione e stimolazione

Arboricoltura:
soddisfare le aspettative del consumatore

Le colture degli alberi da frutto sono molto sensibili alla qualità del suolo e del sottosuolo. Un buon sviluppo delle produzioni, che unisca qualità e quantità, deve avvenire su suoli biologicamente attivi, con una buona ritenzione idrica e ricchi di elementi fertilizzanti. Per assicurare una buona capacità di scambio cationico (CSC), legata al complesso argillo umico, e una struttura favorevole alla gestione dell’acqua, è indispensabile fornire ai suoli sostanze organiche che generano humus. La vita del suolo, alla base della trasformazione delle sostanze organiche, è di primaria importanza in questi sistemi di produzione esigenti. Gli equilibri nutrizionali sono dei fattori da privilegiare per ottenere una coltura più resistente ai rischi climatici più frequenti e ai parassiti, che possono avere un forte impatto sul raccolto. La necessità di elementi primari (N, P, K) è relativamente importante e la loro disponibilità progressiva deve essere privilegiata (eccesso di N: difetto di fruttificazione e conservazione di prugne e pesche). L’alimentazione in oligoelementi sarà ottimizzata dalla sinergia tra le sostanze umiche e gli oligoelementi così come dagli apporti complementari in corso di coltura. Il magnesio e il calcio sono elementi da sorvegliare in caso di carenze (analisi fogliare) in quanto possono provocare disordini fisiologici (butteratura amara, meli-peri).

La forte sensibilità delle produzioni frutticole necessita di un mantenimento regolare e preciso del funzionamento sistematico del suolo. La rizosfera è il cuore dell’equilibrio nutrizionale suolo/microorganismi/pianta ed è la garante del rendimento e della forza delle colture, in un contesto di preservazione dell’ambiente.

La società Frayssinet ha eleborato il concetto di PNS (Programma di Nutrizione e di Stimolazione) delle produzioni vegetali orientato su 3 azioni mirate (suolo-radici-fogliare), con lo scopo di attivare l’interfaccia suolo-pianta: la rizosfera. Questo programma utilizza prodotti di origine naturale (fertilizzanti organici solidi e complementi-stimolatori liquidi), intervendendo sul miglioramento dei meccanismi fisiologici (alimentazione minerale e idrica) e sulla resistenza delle piante (sistema aereo e radicale), soprattutto in situazioni di stress.
I PNS sono stati sperimentati su suoli e colture diversi. I risultati dei test mostrano uno sviluppo migliore della crescita degli alberi e un miglioramento delle produzione frutticole, anche in condizioni problematiche. Questi risultati permettono di comprendere meglio l’importanza degli ecosistemi (suolo, radice, pianta) e le loro sinergie d’azioni in modo da poter consigliare dei PNS (Programma di Nutrizione e di Stimolazione) adattati al bilancio colturale, agli obiettivi della produzione e alla protezione integrata della coltura.

La somministrazione di un PNS (Programma di Nutrizione e di Stimolazione) integra dei prodotti complementari, applicati a stadi precisi, per le 4 azioni mirate :

Contattateci per maggiori informazioni sul PNS

Scoprite tutti i prodotti Frayssinet destinati all’arboricoltura