Centro di Ricerca

INNOVARE TRAMITE LA RICERCA

Centre de recherche Frayssinet avec laboratoire, salle de culture et échantillothèque

« FRAYSSINET ha ancorato il suo schema di sviluppo alla competenza, alla conoscenza e all’innovazione. La ricerca è uno dei pilastri storici della nostra crescita. Il centro di ricerca è diventato un collegamento imprescindibile e fondamentale tra la concezione, l’elaborazione e l’accompagnamento dei prodotti. Le innovazioni, oltre a una risposta alle problematiche sociali, offrono delle soluzioni ecologicamente efficaci e adatte a qualsiasi utente» Intervista a Olivier DEMARLE, Direttore R&D

 

SPIR (Spectromètre Proche Infra Rouge) FRAYSSINET : caractérisation des matières premières et des produits finis.Traçabilité Frayssinet maîtrisée en échantillothèque (plus de 20 000 références)

Salle de culture FrayssinetPrécision des contrôles encadrés par la certification ISO 9001 et le circuit inter laboratoire national de contrôle (BIPEA).Composto da un laboratorio, da una sala di coltura e da una sala di conservazione dei campionamenti di materie prime e prodotto finito, il centro di ricerca impiega l’11% del personale di FRAYSSINET. Qui si concepiscono le formulazioni solide o liquide e si elaborano i programmi adattati, sostenibili, innovativi ed economici che rispondano alle esigenze d’efficienza ed ecologia delle produzioni vegetali.

 

UNA CONCEZIONE ECOLOGICA E SOCIALE

logo-0-de-bouesFrayssinet è pienamente consapevole che il suo lavoro di restituzione al suolo dei sottoprodotti organici è fondamentale per il ciclo della vita e della natura. Questa funzione di «valorizzazione » si accompagna a una etica irreprensibile fondata sulla selezione di materie prime « pulite » locali e sul rifiuto categorico di utilizzare materie residue ad alto rischio per l’ambiente (fanghi urbani, compost di rifiuti domestici, compost verde, ecc.)

 

PARTNER SCIENTIFICI

Dal 1995 con il CIRAD (Centre International de Recherche Agronomique et Développement / Centro Internazionale di Ricerca Agronomica e Sviluppo): studio di caratterizzazione delle sostanze organiche e comprensione dei loro meccanismi di azione.

Dal 1995 siamo membri della rete BIPEA (Bureau Interprofessionnel d’Études Analytiques / Ufficio Interministeriale di Studi Analitici) per il controllo, il mantenimento e il miglioramento dei processi analitici in laboratorio.

 

Dal 2015 con l’IFV (Institut Français de la Vigne et du Vin – Istituto Francese della Vigna e del Vino) studiamo l’impatto del PNS programma di nutrizione e stimolazione sulla qualità organolettica dei vini.

Dal 2001 aderiamo al RITTMO (Centre de recherche – fertilisation et agro-environnement / Centro di Ricerca – fertilizzazione e agro-ambiente), partecipando e intervenendo ai meeting-dibattiti a livello nazionale ed europeo. Abbiamo inoltre stabilito un partenariato di sperimentazione (supporto di ADEME) sull’ottimizzazione del compostaggio.

Dal 1995 con l’INRA conduciamo esperimenti sulla caratterizzazione delle sostanze organiche e sull’efficacia agronomica dei fertilizzanti organici sui suoli. INRA Parigi (Serail-Ctifl 95), INRA Montpellier, INRA Alenya, ecc.

Dal 2005 con SupAgro, oltre all’intervento annuale dei nostri ricercatori nei cicli formativi degli ingegneri, abbiamo avviato un partenariato di ricerca per studiare gli effetti della fertilizzazione organica sulla fisiologia delle piante.


Fertilizzazione e stimolazione “chiavi di comprensione”